Sport

Barcellona-Napoli, moviola: tre errori decisivi contro gli azzurri

04 aprile
105
525mille

Nato nella colonia di Curacao – isola dell’arcipelago caraibico – e poliziotto di professione, l’arbitro olandese Makkelie, designato dall’Uefa per Barcellona-Napoli, è uno dei più affidabili in campo internazionale, come dimostrano le 43 presenze raggiunte fino ad ora nella massima competizione europea, ma come se l’è cavata ieri sera?

I precedenti di Makkelie con le italiane

Makkelie, nel corso della sua carriera, aveva diretto ben 15 sfide con almeno un’italiana in campo, l’ultima proprio con il Napoli nell’1-1 al Maradona contro l’Union Berlino nella fase a gironi. In questa stagione c’era anche nella vittoria per 1-0 dell’Inter sul Benfica con un bilancio complessivo con le italiane di 5 vittorie, 8 sconfitte e due pari.

L’arbitro ha ammonito 5 giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Hessel Steegstra e Jan de Vries con Lindhout IV uomo, Rob Dieperink al Var e Clay Ruperti all’Avar, l’arbitro ha ammonito cinque giocatori, di cui tre della squadra di Calzona: Christensen (B), Yamal (B), Juan Jesus (N), Traoré (N), Olivera (N)

Ecco perché dovresti dormire con uno spicchio d'aglio sotto il cuscino!
13 nov
537
2mil

Barcellona-Napoli, i casi da moviola

Questi i principali episodi dubbi. Al 19’ Christensen entra duro su Lobotka, giallo per lui ma l’intervento è a martello e ci poteva stare il rosso. Decisione dubbia. Proteste del Napoli al 5′ della ripresa del ritorno degli ottavi di Champions League contro il Barcellona per un presunto fallo in area del difensore blaugrana Cubarsì su Osimhen, che viene toccato sul piede sinistro. L’arbitro Makkelie non vede irregolarità e il Var non interviene. Al 68’ hol annullato a Yamal, che devia oltre Meret un tiro di Araujo, ma era in posizione di fuorigioco.

Per Cesari c’era rigore per il Napoli e un rosso agli spagnoli

A fare chiarezza è Graziano Cesari. Il moviolista di Mediaset spiega a Canal 5: “Sono stupito perché il Var non sia intervenuto. Cubarsì con il piede sinistro tocca il piede destro di Osimhen. Qui c’era rigore ed eravamo sul 2-1. Una grossa mancanza che il Var non sia intervenuto. L’arbitro doveva chiedere aiuto. Direzione insufficiente. Non si è adeguato al regolamento”. Cesari critica poi il colore del cartellino dato a Christensen per un brutto fallo su Lobotka: “Era da rosso”. E sul gol del vantaggio del Barcellona: “Tutto nasce da un fallo fischiato di Traorè su Lopez. Non c’è assolutamente fallo e 15 secondi dopo, il Barcellona segna”. Bocciatura totale insomma per Makkelie in Barcellona-Napoli.

Una donna di 65 anni ha rimosso tutte le rughe. Leggi qui
06 set
567
2mil



Sport

Barcellona-Napoli, moviola: tre errori decisivi contro gli azzurri

04 aprile
105
525mille

Nato nella colonia di Curacao – isola dell’arcipelago caraibico – e poliziotto di professione, l’arbitro olandese Makkelie, designato dall’Uefa per Barcellona-Napoli, è uno dei più affidabili in campo internazionale, come dimostrano le 43 presenze raggiunte fino ad ora nella massima competizione europea, ma come se l’è cavata ieri sera?

I precedenti di Makkelie con le italiane

Makkelie, nel corso della sua carriera, aveva diretto ben 15 sfide con almeno un’italiana in campo, l’ultima proprio con il Napoli nell’1-1 al Maradona contro l’Union Berlino nella fase a gironi. In questa stagione c’era anche nella vittoria per 1-0 dell’Inter sul Benfica con un bilancio complessivo con le italiane di 5 vittorie, 8 sconfitte e due pari.

L’arbitro ha ammonito 5 giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Hessel Steegstra e Jan de Vries con Lindhout IV uomo, Rob Dieperink al Var e Clay Ruperti all’Avar, l’arbitro ha ammonito cinque giocatori, di cui tre della squadra di Calzona: Christensen (B), Yamal (B), Juan Jesus (N), Traoré (N), Olivera (N)

Ecco perché dovresti dormire con uno spicchio d'aglio sotto il cuscino!
13 nov
537
2mil

Barcellona-Napoli, i casi da moviola

Questi i principali episodi dubbi. Al 19’ Christensen entra duro su Lobotka, giallo per lui ma l’intervento è a martello e ci poteva stare il rosso. Decisione dubbia. Proteste del Napoli al 5′ della ripresa del ritorno degli ottavi di Champions League contro il Barcellona per un presunto fallo in area del difensore blaugrana Cubarsì su Osimhen, che viene toccato sul piede sinistro. L’arbitro Makkelie non vede irregolarità e il Var non interviene. Al 68’ hol annullato a Yamal, che devia oltre Meret un tiro di Araujo, ma era in posizione di fuorigioco.

Per Cesari c’era rigore per il Napoli e un rosso agli spagnoli

A fare chiarezza è Graziano Cesari. Il moviolista di Mediaset spiega a Canal 5: “Sono stupito perché il Var non sia intervenuto. Cubarsì con il piede sinistro tocca il piede destro di Osimhen. Qui c’era rigore ed eravamo sul 2-1. Una grossa mancanza che il Var non sia intervenuto. L’arbitro doveva chiedere aiuto. Direzione insufficiente. Non si è adeguato al regolamento”. Cesari critica poi il colore del cartellino dato a Christensen per un brutto fallo su Lobotka: “Era da rosso”. E sul gol del vantaggio del Barcellona: “Tutto nasce da un fallo fischiato di Traorè su Lopez. Non c’è assolutamente fallo e 15 secondi dopo, il Barcellona segna”. Bocciatura totale insomma per Makkelie in Barcellona-Napoli.

Una donna di 65 anni ha rimosso tutte le rughe. Leggi qui
06 set
567
2mil
👉 Raccomandate
Tutte le notizie