Salute

Arriva la plastica che uccide il Covid

16 novembre
965
4mil

Ecco la plastica auto sterilizzante e a basso costo che uccide i virus, Covid-19 incluso: un gruppo di ricercatori della Queen’s University di Belfast ha scoperto una sottile pellicola di plastica in grado di distruggere milioni di virus. Tutto merito delle nanoparticelle di biossido di titanio contenute.

Covid? Addio con questa plastica low cost

Questo film di plastica è economico e si presta perfettamente ad essere trasformato in indumenti di protezione. La super plastica può uccidere anche virus ultraresistenti, compreso il Covid. L’idea di partenza era quella di individuare un materiale talmente ostile ai virus da non farli sopravvivere al contatto. Il rame metallico uccide sì i microbi ma, come immaginabile, è tutt’altro che flessibile.

Gli studiosi hanno poi utilizzato sottili e maneggevoli fogli di plastica, contenenti nanoparticelle di biossido di titanio. Una scoperta davvero unica: la plastica speciale potrebbe andare a sostituire quella usa e getta impiegata nel settore sanitario. Il suo valore aggiunto? Essere decisamente a basso costo.

Grembiuli auto sterilizzanti

L’esperimento ha visto il materiale testato in laboratorio contro 4 tipologie di virus: il Covid-19, due influenze ed un picornavirus. Ma gli scienziati non si fermano qui: attualmente stanno portando avanti la ricerca, per capire come mettere questa scoperta al servizio della realizzazione di grembiuli protettivi.




Salute

Arriva la plastica che uccide il Covid

16 novembre
965
4mil

Ecco la plastica auto sterilizzante e a basso costo che uccide i virus, Covid-19 incluso: un gruppo di ricercatori della Queen’s University di Belfast ha scoperto una sottile pellicola di plastica in grado di distruggere milioni di virus. Tutto merito delle nanoparticelle di biossido di titanio contenute.

Covid? Addio con questa plastica low cost

Questo film di plastica è economico e si presta perfettamente ad essere trasformato in indumenti di protezione. La super plastica può uccidere anche virus ultraresistenti, compreso il Covid. L’idea di partenza era quella di individuare un materiale talmente ostile ai virus da non farli sopravvivere al contatto. Il rame metallico uccide sì i microbi ma, come immaginabile, è tutt’altro che flessibile.

Gli studiosi hanno poi utilizzato sottili e maneggevoli fogli di plastica, contenenti nanoparticelle di biossido di titanio. Una scoperta davvero unica: la plastica speciale potrebbe andare a sostituire quella usa e getta impiegata nel settore sanitario. Il suo valore aggiunto? Essere decisamente a basso costo.

Grembiuli auto sterilizzanti

L’esperimento ha visto il materiale testato in laboratorio contro 4 tipologie di virus: il Covid-19, due influenze ed un picornavirus. Ma gli scienziati non si fermano qui: attualmente stanno portando avanti la ricerca, per capire come mettere questa scoperta al servizio della realizzazione di grembiuli protettivi.

👉 Raccomandate
Tutte le notizie