Progetti speciali

Sprechi idrici domestici: 8 consigli su come risparmiare acqua

12 settembre
452
2mil

Dai rubinetti sempre aperti all’innaffiare il giardino responsabilmente, ecco alcuni semplici accorgimenti per ricordarci che l’acqua è un bene prezioso e mai scontato.

Non saranno certo in grado di risolvere la crisi idrica che ha fatto dichiarare lo stato d'emergenza in cinque regioni italiane, ma semplici azioni quotidiane possono permetterci di ridurre gli sprechi idrici domestici e mitigare - in piccola parte - i periodi di siccità che la crisi climatica sta esacerbando. Secondo i dati Istat, le infrastrutture idriche italiane sono un colabrodo di inefficienza: ogni anno circa il 40% dell'acqua potabile immessa negli acquedotti viene persa. Tuttavia, la consapevolezza nelle persone che l'acqua sia una risorsa preziosa sta crescendo: Il 66% delle persone infatti dichiara di prestare attenzione allo spreco dell'acqua. Dai rubinetti sempre aperti ad un'irrigazione più responsabile del giardino, ecco i consigli su come risparmiare acqua attraverso piccoli gesti che possono fare la differenza.

Paolo Fox: 2022 fortunato? Solo per questi 3 segni zodiacali
19 ago
302
1mil

1. Chiudere il rubinetto

Per pigrizia o dimenticanza spesso lasciamo il rubinetto aperto mentre ci laviamo i denti oppure quando ci insaponiamo durante la doccia. L'acqua scorre inesorabilmente e diversi litri vengono sprecati. Per farsi un'idea della quantità ed esserne poi consapevoli è utile tappare lo scarico del lavandino e lasciare aperta l'acqua per tutto il tempo di un lavaggio o una rasatura. Si rimane spiacevolmente sorpresi.

2. Innaffiare il giardino senza sprechi

Per gli appassionati di giardinaggio o per chi semplicemente ne possiede uno, per prendersi cura del proprio giardino si rischia di utilizzare troppo acqua per quelle che sono le reali esigenze delle piante. Ecco allora che utilizzare un tipo di irrigazione a goccia può far risparmiare fino al 70% di acqua. Inoltre, quando si innaffiano le piante a temperature elevate l'acqua evapora. Per questo motivo è consigliato irrigare durante le ore del giorno meno calde.

Donna di 64 anni con la faccia da bambina, ecco il suo segreto
19 ago
384
1mil

3. Come trovare perdite d'acqua

È possibile che anche tra le mura domestiche ci siano perdite dovute a tubi troppo vecchi. Per scoprirlo si possono versare alcune gocce di colorante alimentare nel serbatoio del water: se dopo qualche minuto il water è chiaro, non ci sono perdite; se invece vedi ancora il colore c'è unaperdita di servizi igienici che potrebbe disperdere più di 100 litri d'acqua al giorno.

4. Meglio la doccia della vasca da bagno

Per ogni minuto trascorso sotto una doccia multigetto si possono consumare fino a 17 litri d'acqua. Una doccia di 5 minuti fino a 75-90 litri. Sono cifre impressionanti ma comunque più sostenibili di quelle di una vasca da bagno che può arrivare a contenere fino a 100-150 litri d'acqua. Certo è che se l'abitudine è quella di fare una doccia di 20 minuti ogni giorno conviene prediligere un bagno rilassante.

Non chiudere gli occhi al problema della micosi! Prova questo
19 ago
375
1mil

5. Installare filtri a basso flusso

Il rompigetto è un filtro pensato per ridurre il flusso dell'acqua senza diminuire le prestazioni dell'impianto. Installando il rompigetto su ogni rubinetto di casa è possibile risparmiare fino al 30% di acqua. Per una famiglia di quattro persone significa oltre 100.000 litri di acqua risparmiati all'anno.

7. Riempire lavatrice e lavastoviglie

Il consumo d'acqua di una lavatrice si aggira tra i 50 e i 120 litri per ogni lavaggio, mentre una lavastoviglie attorno ai 15. Ecco perché ottimizzare il più possibile i carichi di lavaggio impatta significativamente sul nostro consumo d'acqua. Un carico completo in lavatrice consuma meno acqua ed energia rispetto a 2 mezzi carichi e lo stesso vale per la lavastoviglie. Riempire i carichi di lavaggio fa risparmiare anche denaro nelle bollette da pagare a fine mese.

Il sesso durerà tutta la notte. Leggi qui
19 ago
136
680mille

6. Riusare l'acqua del condizionatore

Quando si accende il climatizzatore si usa un secchio o una bacinella per raccogliere l'acqua della condensa che si crea durante l'utilizzo. Una volta spento l'apparecchio, è possibile riutilizzare l'acqua mettendola nel ferro da stiro oppure per innaffiare le piante. L'acqua ricavata dal condizionatore domestico non può essere definita propriamente acqua distillata o acqua demineralizzata, ma è ottima per le piante grasse come la gardenia, i rododendri, le ortensie che non necessitano di un eccessivo nutrimento.

8. Risparmio di acqua in cucina

Anche in cucina si tendono a sprecare tanti litri d'acqua per lavare frutta o cucinare alcuni alimenti. Per quanto riguarda il lavaggio di frutta e verdure è consigliabile evitare di metterle per diversi minuti sotto l'acqua corrente. Lasciarle ammollo in una bacinella comporta sicuramente un minor consumo. Una volta cotta la pasta, invece, si può riutilizzare l'acqua di cottura per innaffiare le piante. Ma attenzione al lasciar raffreddare l'acqua.

L'infezione da fungo scomparirà in pochi giorni
19 ago
631
3mil



Progetti speciali

Sprechi idrici domestici: 8 consigli su come risparmiare acqua

12 settembre
452
2mil

Dai rubinetti sempre aperti all’innaffiare il giardino responsabilmente, ecco alcuni semplici accorgimenti per ricordarci che l’acqua è un bene prezioso e mai scontato.

Non saranno certo in grado di risolvere la crisi idrica che ha fatto dichiarare lo stato d'emergenza in cinque regioni italiane, ma semplici azioni quotidiane possono permetterci di ridurre gli sprechi idrici domestici e mitigare - in piccola parte - i periodi di siccità che la crisi climatica sta esacerbando. Secondo i dati Istat, le infrastrutture idriche italiane sono un colabrodo di inefficienza: ogni anno circa il 40% dell'acqua potabile immessa negli acquedotti viene persa. Tuttavia, la consapevolezza nelle persone che l'acqua sia una risorsa preziosa sta crescendo: Il 66% delle persone infatti dichiara di prestare attenzione allo spreco dell'acqua. Dai rubinetti sempre aperti ad un'irrigazione più responsabile del giardino, ecco i consigli su come risparmiare acqua attraverso piccoli gesti che possono fare la differenza.

Paolo Fox: 2022 fortunato? Solo per questi 3 segni zodiacali
19 ago
302
1mil

1. Chiudere il rubinetto

Per pigrizia o dimenticanza spesso lasciamo il rubinetto aperto mentre ci laviamo i denti oppure quando ci insaponiamo durante la doccia. L'acqua scorre inesorabilmente e diversi litri vengono sprecati. Per farsi un'idea della quantità ed esserne poi consapevoli è utile tappare lo scarico del lavandino e lasciare aperta l'acqua per tutto il tempo di un lavaggio o una rasatura. Si rimane spiacevolmente sorpresi.

2. Innaffiare il giardino senza sprechi

Per gli appassionati di giardinaggio o per chi semplicemente ne possiede uno, per prendersi cura del proprio giardino si rischia di utilizzare troppo acqua per quelle che sono le reali esigenze delle piante. Ecco allora che utilizzare un tipo di irrigazione a goccia può far risparmiare fino al 70% di acqua. Inoltre, quando si innaffiano le piante a temperature elevate l'acqua evapora. Per questo motivo è consigliato irrigare durante le ore del giorno meno calde.

Donna di 64 anni con la faccia da bambina, ecco il suo segreto
19 ago
384
1mil

3. Come trovare perdite d'acqua

È possibile che anche tra le mura domestiche ci siano perdite dovute a tubi troppo vecchi. Per scoprirlo si possono versare alcune gocce di colorante alimentare nel serbatoio del water: se dopo qualche minuto il water è chiaro, non ci sono perdite; se invece vedi ancora il colore c'è unaperdita di servizi igienici che potrebbe disperdere più di 100 litri d'acqua al giorno.

4. Meglio la doccia della vasca da bagno

Per ogni minuto trascorso sotto una doccia multigetto si possono consumare fino a 17 litri d'acqua. Una doccia di 5 minuti fino a 75-90 litri. Sono cifre impressionanti ma comunque più sostenibili di quelle di una vasca da bagno che può arrivare a contenere fino a 100-150 litri d'acqua. Certo è che se l'abitudine è quella di fare una doccia di 20 minuti ogni giorno conviene prediligere un bagno rilassante.

Non chiudere gli occhi al problema della micosi! Prova questo
19 ago
375
1mil

5. Installare filtri a basso flusso

Il rompigetto è un filtro pensato per ridurre il flusso dell'acqua senza diminuire le prestazioni dell'impianto. Installando il rompigetto su ogni rubinetto di casa è possibile risparmiare fino al 30% di acqua. Per una famiglia di quattro persone significa oltre 100.000 litri di acqua risparmiati all'anno.

7. Riempire lavatrice e lavastoviglie

Il consumo d'acqua di una lavatrice si aggira tra i 50 e i 120 litri per ogni lavaggio, mentre una lavastoviglie attorno ai 15. Ecco perché ottimizzare il più possibile i carichi di lavaggio impatta significativamente sul nostro consumo d'acqua. Un carico completo in lavatrice consuma meno acqua ed energia rispetto a 2 mezzi carichi e lo stesso vale per la lavastoviglie. Riempire i carichi di lavaggio fa risparmiare anche denaro nelle bollette da pagare a fine mese.

Il sesso durerà tutta la notte. Leggi qui
19 ago
136
680mille

6. Riusare l'acqua del condizionatore

Quando si accende il climatizzatore si usa un secchio o una bacinella per raccogliere l'acqua della condensa che si crea durante l'utilizzo. Una volta spento l'apparecchio, è possibile riutilizzare l'acqua mettendola nel ferro da stiro oppure per innaffiare le piante. L'acqua ricavata dal condizionatore domestico non può essere definita propriamente acqua distillata o acqua demineralizzata, ma è ottima per le piante grasse come la gardenia, i rododendri, le ortensie che non necessitano di un eccessivo nutrimento.

8. Risparmio di acqua in cucina

Anche in cucina si tendono a sprecare tanti litri d'acqua per lavare frutta o cucinare alcuni alimenti. Per quanto riguarda il lavaggio di frutta e verdure è consigliabile evitare di metterle per diversi minuti sotto l'acqua corrente. Lasciarle ammollo in una bacinella comporta sicuramente un minor consumo. Una volta cotta la pasta, invece, si può riutilizzare l'acqua di cottura per innaffiare le piante. Ma attenzione al lasciar raffreddare l'acqua.

L'infezione da fungo scomparirà in pochi giorni
19 ago
631
3mil
👉 Raccomandate
Tutte le notizie